Minestrone senza nickel

wp-image-2103102783

Il minestrone senza nickel è un piatto che mi avete chiesto in molti.

E’ difficile immaginare un minestrone senza nickel, soprattutto se si è abituati alla versione classica con i legumi.

Eppure esiste! Sono riuscita a combinare un insieme di verdure, che permettono di ottenere un minestrone senza nickel senza eguali.

Non solo questo primo non ha nickel, ma ovviamente è privo di lattosio ed adatto a chi è vegano.

Con l’arrivo delle temperature più miti, si ha voglia di piatti caldi e comfort food, il mio preferito è questo.

Personalmente adoro il minestrone senza nickel e lo mangio senza problemi anche in estate, come sapete.

Le patate che si sciolgono in bocca fungono da legante per gli altri alimenti e formano un piatto ricco di sapore.

Ma senza indugi, eccovi la ricetta del minestrone senza nickel!

Ingredienti:

  • 100 gr di zucca;
  • 50 gr di peperone rosso;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1/2 scalogno;
  • 70 gr di bietole;
  • 150 gr di patate;
  • 70 gr di zucchine;
  • 100 gr di radicchio;
  • 1 foglia di basilico (in reintroduzione);
  • 1 cucchiaio di olio;
  • curcuma;
  • sale.

 

Per preparare il minestrone senza nickel, lavare le verdure e privarle delle bucce e delle eventuali estremità.

Per le bietole, sciacquarle sotto abbondante acqua fredda ed eliminare i gambetti troppo lunghi. Ridurre in pezzi le foglie troppo grandi.

Tagliare a cubetti regolari il resto delle verdure, esclusi aglio e scalogno, che vanno interi nella preparazione.

Riempire una pentola capiente con l’olio, le verdure, l’aglio e lo scalogno e coprire con acqua.

Salare a piacere, aggiungere il basilico (per chi lo tollera o per chi lo ha reintrodotto) e la curcuma e cuocere fino a che le patate non si spappoleranno.

Se necessario in cottura aggiungere, man mano che il minestrone si asciuga, un bicchiere di acqua.

A me il minestrone piace abbastanza asciutto, ma per chi lo desidera brodoso, basta aggiungere semplicemente più acqua in cottura.

Servire il minestrone senza nickel con crostini croccanti di pane casereccio e a piacere con del pepe nero macinato o altre spezie.

Qui la lista delle spezie consentite per i nickelini.

Per la ricetta del pane casereccio cliccate qui.

Buon appetito!

Bucatini allo zafferano saporiti e veloci

19COOKING-ALLAMATRICIANA-articleLarge

I bucatini allo zafferano saporiti e veloci sono un primo semplicissimo da realizzare, ma buonissimo.

Questa è una ricetta di famiglia, che ho rivisitato appositamente per i miei problemi di allergia al nickel.

Mia madre la cucinava spessissimo quando ero piccola, perchè era uno dei miei piatti preferiti. Ogni volta che doveva premiarmi per un buon risultato, questa era una delle mie ricompense ideali.

Il profumo dello zafferano e della pancetta pervadevano la casa, quando tornavo da scuola. Subito era festa per me!

Oggi riservo i bucatini allo zafferano saporiti e veloci a occasioni speciali, ma il ricordo è sempre vivo.

Si tratta di una ricetta davvero semplicissima e appetitosa, economica e a basso contenuto di nickel. Non deluderà nessuno, è assicurato!

I bucatini allo zafferano saporiti e veloci sono adatti ad un pranzo tra amici o come piatto salvatempo, perchè si realizzano in pochi minuti e si gustano in un baleno.

Quindi rimbocchiamoci le maniche, prepariamo gli ingredienti e cominciamo!

Ingredienti    x 1 persona:

  • 80 gr di bucatini;
  • 30 gr di olive nere snocciolate;
  • 30 gr di pancetta fresca a cubetti (presa dal macellaio) oppure prosciutto crudo a cubetti;
  • 1 bustina di zafferano;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco;
  • Parmigiano Reggiano;
  • 1 cucchiaio scarso di olio evo (extravergine di oliva);
  • 1 noce di burro senza lattosio;
  • Pepe nero q.b.

bucatini_2015

Lessare la pasta in abbondante acqua calda.

Nel frattempo scaldare in una padella l’olio e il burro, unire la pancetta o il crudo e rosolare a fiamma dolce.

Tagliare le olive a pezzetti e aggiungerle al condimento.

Scolare la pasta al dente, conservando un mestolo di acqua di cottura.

Sciogliere lo zafferano nell’acqua di cottura.

Unire i bucatini al condimento e proseguire la cottura aggiungere l’acqua con lo zafferano e il parmigiano.

Una volta che l’acqua sarà assorbita, sfumare i bucatini allo zafferano saporiti e veloci con il vino bianco.

Servire con una spolverata di pepe nero.

DSC_0556

Buon appetito!

Sfiziosa torta di riso – piatto unico

wp-image--1369692158

La sfiziosa torta di riso è un piatto unico sorprendente: coniunga bontà e facilità di preparazione.

Adatta a tutte le stagioni, può dare grandi soddisfazioni in un pranzo tra amici, ma anche come finger food o praticissima da portare in gita per un pic-nic.

Una volta cotta infatti, può essere consumata sia calda che fredda e trasportata intera o già porzionata.

Non servirà altro per farvi contenti!

Può essere conservata un paio di giorni in frigo, quindi è possibile prepararla anche con anticipo e rimane fragrante e gustosa.

E’ un piatto dai mille usi e dai mille adattamenti: le verdure possono essere sostituite a piacere e il risultato resterà comunque superlativo.

Ideale per chi vuole provare piatti nuovi, ma anche per chi ha problemi con nickel, glutine e lattosio.

Ingredienti:      x 1

  • 100 gr di riso basmati;
  • 4/5 foglie di radicchio rotondo;
  • 6/7 fette di melanzane;
  • 1 zucchina grande;
  • 1 uovo intero;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 70 gr circa di Parmigiano Reggiano a lunga stagionatura(dai 24 mesi in sù);
  • 2/3 cucchiai di olio evo (extravergine di oliva);
  • origano (in reintroduzione);
  • pepe;
  • sale.

 

Lavare la zucchina e la melanzana e privarle delle estremità.

Ridurre la zucchina a cubetti e scaldare in una padella 1 cucchiaio di olio.

Far dorare l’aglio nell’olio e aggiungere le zucchine, salare, aggiungere l’origano e cuocere a fiamma bassa, finchè non diventeranno morbide. Circa una decina di minuti.

Se necessario, aggiungere un pò di acqua.

Nel frattempo ricavare le fette di melanzana e cuocerle in una padella a parte con 1 cucchiaio di olio, acqua q.b. e un pizzico di sale.

Mentre le verdure cuociono, è possibile cominciare a lessare il riso e le foglie di radicchio in acqua bollente.

Una volta che le verdure saranno pronte, tenerle da parte separatamente.

Scolare il riso al dente e recuperare le foglie di radicchio.

In una terrina media rompere l’uovo, sbatterlo con una forchetta e unirlo al riso e alle zucchine, condire con circa 50/60 gr di parmigiano e un pizzico di pepe.

E’ possibile adesso comporre la torta di riso: in una piccola pirofila rotonda adagiare le foglie di radicchio, il composto di riso e infine ricoprire con le melanzane.

In alternativa è possibile usare una melanzana intera per foderare uno stampo ed eliminare il radicchio, ma usare sempre lo stesso ripieno.

Condire la superficie con sale, pepe, parmigiano abbondante e un filo di olio.

Infornare a circa 200 gradi per 20 minuti o finchè le melanzane non saranno dorate.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon appetito!

Riso colorato alle zucchine e salmone


 

Il riso colorato alle zucchine e salmone è un piatto molto fresco e primaverile.

La primavera nella mia testa è la stagione di piatti freschi e sfiziosi, leggeri e colorati tutti da assaporare. Non più la pesantezza dei mesi freddi, ma prodotti e sapori nuovi per risvegliare il palato.

Ai sapori delicati delle zucchine e del salmone si aggiungono quelli briosi dello zenzero e del cardamomo, che gli regalano il guizzo giusto per renderlo una pietanza speciale.

Questa ricetta è davvero semplice e alla portata di tutti. Può essere gustata quando non si ha molto tempo a disposizione, ma non si vuole comunque rinunciare al gusto.

Ingredienti:

  • 80 gr di riso basmati;
  • 1 cucchiaio di olio evo (extravergoìine di oliva);
  • 100 gr di zucchine;
  • 100 gr di salmone fresco;
  • zenzero fresco;
  • cardamomo in polvere (facoltativo);
  • 1/2 scalogno;
  • 1/2 limone scorza grattugiata;
  • 1/2 bicchiere di acqua;
  • pepe nero;
  • sale.

Tritare finemente lo scalogno e tenero da parte. Tagliare una fettina di zenzero fresco, sbucciarlo e grattugiarlo.

Pulire le zucchine, eliminando le estremità e ridurle a tocchetti piccoli.

Pulire il salmone fresco, privandolo della spina centrale, della pelle e delle spine laterali con l’aiuto di pinzette. Ridurlo a tocchetti medi.

In una padella unire l’olio, farlo leggermente scaldare e soffriggevi lo scalogno e lo zenzero grattugiato a fuoco dolce per qualche istante. Non appena sarà leggermente dorato, aggiungere le zucchine, salare, pepare e cuocere a fuoco medio.

Non appena le zucchine si colorano, aggiungere mezzo bicchiere di acqua e proseguire la cottura fino a che non diventeranno leggermente morbide.

A questo punto aggiungere il salmone, una spolverata di cardamomo (per chi lo desidera), la buccia grattugiata del limone e cuocere a fuoco basso fino a che non si colorisce.

Lessare il riso e scolarlo al dente. Sgranarlo e unirlo al condimento per farlo insaporire giusto un paio di minuti.

Per gli amanti dell’agrodolce, è possibile fare un’insalata di riso con gli stessi ingredienti, aggiungendo della mela verde e sostituiendo il pepe nero con il pepe rosa in grani. Il riso non andrà mescolato a caldo al condimento, ma tenuto da parte e unito freddo.

Il riso colorato alle zucchine e salmone è pronto a deliziarvi.

Buon appetito!

 

Squisita pasta al forno senza nickel

20170425_151738.jpg

La squisita pasta al forno senza nickel è un piatto mozzafiato.

Bella e soprattutto dal sapore unico, non fa rimpiangere minimamente la mancanza del pomodoro.

L’idea mi è venuta pensando che sono tanti i piatti a cui dover rinunciare una volta scoperta l’allergia.

Personalmente il pomodoro era il mio cibo preferito, quindi potete immaginare che grande perdita è stata per me!

Ormai sapete che sono cocciuta e non mi faccio scoraggiare dal nickel, quindi non potevo esimermi dal non trovare un’alternativa culinaria sfiziosa anche in questo caso.

Il risultato è stato strabiliante e la differenza è veramente minima.

Posso scommettere che una volta in tavola la teglia finirà prestissimo!

Non perdiamo tempo allora e cominciamo a preparare la pasta al forno senza nickel!

Ingredienti:       x 2/3 persone

  • 300 gr circa di zucca arancione;
  • 250 gr circa di pasta formato penne rigate;
  • 3 o 4 cucchiai di olio evo (extravergine di oliva);
  • 1 o 2 scalogni (a seconda dei gusti);
  • 4 o 5 fette di prosciutto crudo di Parma;
  • 1 mozzarella fiordilatte;
  • 150 gr di carne macinata di cavallo;
  • 30 gr olive nere a pezzetti;
  • 5 cucchiai di parmigiano Reggiano grattugiato+ q.b. per la copertura della pasta;
  • 4 o 5 cucchiai di pangrattato;
  • latte q. b. ;
  • sale;
  • pepe nero;
  • 1 uovo;
  • rosmarino facoltativo (in reintroduzione).

20170402_150603

Cominiciamo preparando le polpette, come dalla ricetta qui.

Una volta che le polpette saranno pronte, ma non cotte ovviamente, tenerle da parte.

Tritare finemente lo scalogno e ridurre a pezzetti la zucca.

In una pentola di medie dimensioni e bordi alti mettere 2 cucchiai di olio e lo scalogno. Far dorare leggermente e aggiungere la zucca, salare, pepare (per chi lo desidera, è possibile aggiungere del rosmarino in reintroduzione) e cuocere fino a che non inizia a dorarsi.

Inserire delicatamente le polpette nella pentola con la zucca, aggiungere un bicchiere di acqua e cuocere coperto da un coperchio. Rigirare ogni tanto delicatamente, fino a quando la zucca non si spappolerà e le polpette non risulteranno morbide.

Nel frattempo lessare la pasta in una pentola capiente e scolarla al dente.

Una volta che il condimento sarà cotto, togliere le polpette dal sughetto e schiacciare la zucca con l’aiuto di una forchetta.

In una terrina mescolare la pasta con il condimento, comprese le polpette, e aggiungere 1 o 2 cucchiai di olio.

Tagliare a pezzetti piccoli la mozzarella.

A questo punto possiamo iniziare a comporre la teglia.

Un filo d’olio sul fondo, metà quantità di pasta condita, tutta la mozzarella, le fette di prosciutto, per chi lo desidera una spolverata di parmigiano, e ricoprire con la seconda metà della pasta.

Completare con abbondante parmigiano grattugiato, pepe e un filo d’olio.

Infornare alla massima potenza finchè la superficie non sarà dorata.

20170402_1507091.jpg

Buona scorpacciata!

 

Menù di Pasqua giorno per giorno: ravioli di melanzana e ricotta con burro e salvia

ravioli burro e salvia¸maffei.jpg

Il menù di Pasqua senza nickel continua oggi con i ravioli di melanzane e ricotta con burro e salvia.

Un primo davvero squisitio e dal gusto impagabile.

Semplici e dal profumo intenso, sono perfetti per le grandi occasioni grazie alla pasta leggera e al ripieno delicato, ma corposo. Si sciolgono in bocca e non hanno nulla da invidiare ai cibi ricchi di nickel.

Ingredienti:

  • 240 gr di farina 00 oppure di semola di grano duro;
  • 8 cucchiai di acqua tiepida;
  • 40 ml di olio extravergine di oliva oppure di riso;
  • 200 gr di polpa di melanzana (circa 2 melanzane piccole);
  • 150 gr di ricotta senza lattosio;
  • 1 tuorlo;
  • sale;
  • pepe nero q.b.;
  • 100 gr di burro senza lattosio;
  • salvia (in reintroduzione) oppure scorza di limone grattugiata o cardamomo.

In una ciotola unire la farina o la semola, acqua, un pizzico di sale, olio e impastare fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea.

Lasciar riposare la pasta per mezz’ora avvolta nella pellicola e nel frattempo occuparsi del ripieno. Lavare e asciugare le melanzane, dividerle a metà e cuocerle nel forno a 200° per circa mezz’ora, fino a quando saranno tenere. A cottura ultimata, lasciarle intiepidire e quindi ricavarne la polpa, raschiando con un cucchiaio, raccoglierla in una terrina e amalgamarla con il tuorlo, la ricotta, sale e pepe.

Dividere la pasta in tre pezzi e stenderla sottilissima con la macchinetta, ricavandone delle strisce. Disporre sul lato lungo di una striscia dei mucchietti di ripieno delle dimensioni di una ciliegia alla distanza di 3 cm. Ripiegarvi sopra il lembo di pasta libero e premete con le dita intorno al ripieno in modo da far uscire l’aria e sigillare bene.

DSC_5860.jpg

Ritagliare i ravioli con la rotellina dentata e, via via che sono pronti, disporli su un canovaccio leggermente infarinato.

Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla non appena sale in superficie.

Frattanto preparare il condimento, sciogliendo in una padella capiente il burro a pezzetti e rosolando le spezie scelte.

Unire i ravioli di melanzane e ricotta al sugo, splverare di parmigiano reggiano e amalgamare molto velocemente il tutto.

rucola-amaretto53.jpg

Alla prossima ricetta di Pasqua!

Pasta fresca pugliese con salsiccia, ricotta e zucchine

pasta-con-salsiccia-zafferano-e-melanzane5

La ricetta della pasta fresca con salsiccia, ricotta e zucchine è un regalo della mia amica Luisa, che si diverte a sperimentare in cucina proprio come me.

La Puglia ci regala tanti prodotti tipici e ingredienti squisiti.

E’ un peccato non sfruttarli!

Ricette semplici, ma dal sapore intenso e particolare, come da tradizione, ci regalano emozioni uniche, che bisogna condividere.

Quindi ecco a voi la pasta fresca con salsiccia, ricotta e zucchine!

Ingredienti: 

  • 2/3 pezzi di salsiccia di norcia;
  • 100 gr di ricotta (opzionale);
  • 1 zucchina grande o una melanzana;
  • 1 cucchiaio di olio evo(extravergine di oliva);
  • 1/2 bicchiere di vino bianco;
  • 1 scalogno;
  • 1 bustina di zafferano;
  • pepe.

Cominciamo preparando la salsiccia.

Prendiamo la salsiccia e la incidiamo con la punta di un coltello affilato per tutta la lunghezza. Ne estraiamo la polpa e la mettiamo da parte.

Mettiamo a riscaldare un cucchiaio di olio in una padella. Tagliamo finemente lo scalogno e lo soffriggiamo appena nell’olio. Non appena sarà dorato, uniamo la salsiaccia sbriciolata e cuociamo per 3-4 minuti. Uniamo le zucchine tagliate a tocchetti sottili, saliamo, pepiamo e cuociamo con un pò di acqua per circa 15 minuti o finchè non saranno diventate morbide.

image120

Sfumiamo il condimento con il vino bianco, cioè lo facciamo ridurre fino a creare una salsina.

Lessiamo la pasta e la scoliamo al dente.

La pasta fresca ha una cottura più breve rispetto a quella di grano duro, infatti è pronta non appena sale a galla.

Uniamo la pasta al condimento e amalgamiamo.

In fine aggiungiamo la ricotta a freddo(facoltativo).

Se preferiamo non aggiungere la ricotta, potremmo rendere il piatto più saporito, unendo una bustina di zafferano all’acqua di cottura della pasta.

Buon appetito!

Lasagne bicolore alla crema di zucca e di zucchine

fb_img_1484494596911

Le lasagne bicolore alla crema di zucca e zucchine è  il mio piatto della domenica.

La domenica è un giorno speciale per me, perchè significa “famiglia”. Vuol dire riunirsi intorno ad un grande tavolo per pranzare, chiacchierare e ritrovarsi dopo una settimana di lavoro.

Ricordo ancora quando ero piccola:ogni domenica io e la mia famiglia andavamo a mangiare da mia nonna ed era sempre una festa! I suoi manicaretti preparati con amore, facevano da sfondo alla gioia di stare insieme.

La sua lasagna bianca era il mio piatto preferito, quindi oggi la omaggio, proponendovi una mia versione, adatta a tutti gli allergici al nickel.

Spero vi piaccia!

Ingredienti:

  • 250 gr di lasagne;
  • 200 gr di zucca a cubetti;
  • 250 gr di zucchine a cubetti;
  • 1 o 2 mozzarelle;
  • 100 gr di crudo di Parma;
  • 1 scalogno;
  • 3 cucchiai di olio evo(extravergine di oliva);
  • acqua q. b.;
  • sale;
  • pepe bianco;
  • parmigiano q.b.;
  • 300 ml di latte delattosato(potete usare anche quello di riso);
  • 30 gr di burro delattosato;
  • 30 gr di farina.

Cominciamo preparando la besciamella.

In un pentolino sciogliamo a fuoco dolce il burro, ridotto a pezzetti; una volta pronto, uniamo la farina setacciata e mescoliamo. Lasciamo sul fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto, finché il composto non sarà color nocciola. Nel frattempo scaldiamo in una pentola o a microonde il latte e lo inseriamo poco per volta alla farina e al burro, mescolando con una frusta per evitare i grumi. Lasciamo sul fuoco moderato qualche minuto, finché non si sarà addensato. Aggiustiamo di sale e pepe.

lasagne-zucca-latte

Lasciamo riposare in una ciotola, coperto da pellicola trasparente e mettiamo da parte.

Occupiamoci adesso della zucca e delle zucchine.

Innanzitutto mettiamo a scaldare un cucchiaio di olio in una padella e, non appena sarà pronto, uniamo lo scalogno a pezzetti. Lo facciamo dorare e mettiamo la zucca. Saliamo, pepiamo e lasciamo cuocere con un mestolo d’acqua, finché la zucca non sarà spappolata.

A parte in un’altra padella mettiamo un cucchiaio di olio a scaldare. Poi inseriamo le zucchine e saliamo. Lasciamo cuocere, aggiungendo un mestolo di acqua in cottura, finché anche loro non saranno spappolate.

Infine frulliamo separatamente le zucchine e la zucca con un pò di parmigiano e acqua, fino ad ottenere una consistenza cremosa e liscia. Tagliamo a pezzetti la mozzarella.

vellutata-di-zucca-12-320x235

Componiamo la teglia.

Partiamo spalmando un cucchiaio di besciamella sul fondo della teglia e poi alterniamo le lasagne, la besciamella, crema di zucca, mozzarella e pepe; lasagne, besciamella, crema di zucchine, crudo fino ad esaurire gli ingredienti.

Terminiamo ricoprendo generosamente di besciamella, parmigiano grattugiato e pepe e aggiungiamo nella teglia brodo oppure acqua senza tuttavia, ricoprirne la superficie.

Inforniamo in forno statico e preriscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti, finché non si sarà formata una crosticina dorata in superficie.

Le lasagne bicolore alla crema di zucca e di zucchine sono pronte.

Buon appetito!

lasagne-alla-crema-di-zucca-e-funghi

Farfalle saporite alla zucca e crudo al profumo di zafferano

 

farfalle-con-crema-di-zucca-e-pancetta-ricetta-121

La ricetta delle farfalle saporite alla zucca, crudo e zafferano l’ho inventata per necessità. Volevo un piatto sfizioso e goloso da gustare, nonostante l’allergia al nickel e ho pensato agli ingredienti che avrei potuto usare. Adoro la zucca, ha un sapore simile alla carota, e l’ho combinata col sapore più forte del crudo.

Questa ricetta è un portento: semplice e meravigliosa.

Rimbocchiamoci le maniche e cominciamo!

Ingredienti:   1 persona

  • 80 gr di farfalle;
  • 150 gr di zucca;
  • 80 gr di prosciutto crudo di Parma a dadini;
  • 1 bustina di zafferano;
  • 1 testa di aglio;
  • 1 cucchiaio di olio evo(extravergine di oliva);
  • pepe nero;
  • sale.

Riempiamo una pentola di acqua e mettiamola sul fuoco.

Nel frattempo puliamo la zucca e riduciamola a pezzetti. Ungiamo una padella di olio  e mettiamolo a scaldare. Non appena sarà pronto, aggiungiamo l’aglio in camicia, cioè intero e con la buccia, schiacciato con un coltello.

Non appena sarà dorato, uniamo il crudo a dadini e lo facciamo soffriggere qualche minuto. Infine mettiamo la zucca, saliamo e pepepiamo e lasciamo cuocere finchè non sarà morbida. Se necessario, aggiungiamo un pò di acqua, quando la zucca si asciugherà troppo.

Non appena l’acqua bolle, sciogliamoci dentro lo zafferano e caliamo la pasta. Scoliamola al dente e conserviamo un mestolo di acqua di cottura. Uniamo la pasta al condimento e aggiungiamo l’acqua di cottura messa da parte. Facciamo cuocere, finchè l’acqua non si sarà assorbita e il piatto avrà una consistenza cremosa.

Eliminiamo l’aglio e serviamo.

20170205_142012

Buon appetito!

 

La prima ricetta: riso e patate al forno

La mia prima ricetta non poteva che richiamare la mia terra: la Puglia!

Un omaggio alle mie radici e alla mia stupenda nonnina, che custodisce gelosamente le ricette di famiglia e alla quale io ho rubato questa, personalizzandola. 😉

sformato-di-riso-e-patate-1-700x466

INGREDIENTI PER 1-2 PERSONE:

  • 200 gr riso parboiled;
  • 250 gr patate a pasta gialla se possibile;
  • sale grosso;
  • parmigiano Reggiano q.b.
  • acqua q.b.;
  • olio evo;
  • 2 teste d’aglio;
  • timo(in reintroduzione)  oppure pepe nero.

Cominciamo mettendo a riposare il riso in acqua fredda in una ciotola per circa mezz’ora, in modo da eliminare l’amido.

Nel frattempo laviamo e peliamo le patate e le tagliamo a rondelle un pò spesse; sbucciamo l’aglio e lo tritiamo.

In una pirofila mettiamo un filo d’olio e cominciamo la composizione: adagiamo la metà  delle patate sul fondo e le condiamo con una manciata di sale grosso, pepe(o timo), parmigiano, aglio triturato finemente e un filo d’olio. Scoliamo molto bene il riso e lo posiamo sulle patate, condendolo come le patate, cioè sale, parmigiano, pepe, aglio e filo d’olio; infine completiamo con un ultimo strato di patate, che condiremo come gli altri due strati. Riempiamo la pirofila con acqua senza tuttavia, coprire le patate della superficie.

Inforniamo a 220 gradi per circa 1 ora, 1 ora e mezza.

Bon appétit!