Minestrone senza nickel

wp-image-2103102783

Il minestrone senza nickel è un piatto che mi avete chiesto in molti.

E’ difficile immaginare un minestrone senza nickel, soprattutto se si è abituati alla versione classica con i legumi.

Eppure esiste! Sono riuscita a combinare un insieme di verdure, che permettono di ottenere un minestrone senza nickel senza eguali.

Non solo questo primo non ha nickel, ma ovviamente è privo di lattosio ed adatto a chi è vegano.

Con l’arrivo delle temperature più miti, si ha voglia di piatti caldi e comfort food, il mio preferito è questo.

Personalmente adoro il minestrone senza nickel e lo mangio senza problemi anche in estate, come sapete.

Le patate che si sciolgono in bocca fungono da legante per gli altri alimenti e formano un piatto ricco di sapore.

Ma senza indugi, eccovi la ricetta del minestrone senza nickel!

Ingredienti:

  • 100 gr di zucca;
  • 50 gr di peperone rosso;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1/2 scalogno;
  • 70 gr di bietole;
  • 150 gr di patate;
  • 70 gr di zucchine;
  • 100 gr di radicchio;
  • 1 foglia di basilico (in reintroduzione);
  • 1 cucchiaio di olio;
  • curcuma;
  • sale.

 

Per preparare il minestrone senza nickel, lavare le verdure e privarle delle bucce e delle eventuali estremità.

Per le bietole, sciacquarle sotto abbondante acqua fredda ed eliminare i gambetti troppo lunghi. Ridurre in pezzi le foglie troppo grandi.

Tagliare a cubetti regolari il resto delle verdure, esclusi aglio e scalogno, che vanno interi nella preparazione.

Riempire una pentola capiente con l’olio, le verdure, l’aglio e lo scalogno e coprire con acqua.

Salare a piacere, aggiungere il basilico (per chi lo tollera o per chi lo ha reintrodotto) e la curcuma e cuocere fino a che le patate non si spappoleranno.

Se necessario in cottura aggiungere, man mano che il minestrone si asciuga, un bicchiere di acqua.

A me il minestrone piace abbastanza asciutto, ma per chi lo desidera brodoso, basta aggiungere semplicemente più acqua in cottura.

Servire il minestrone senza nickel con crostini croccanti di pane casereccio e a piacere con del pepe nero macinato o altre spezie.

Qui la lista delle spezie consentite per i nickelini.

Per la ricetta del pane casereccio cliccate qui.

Buon appetito!

Biscotti grancereale morbidi e golosi

PURÈ-DI-ANNURCHE-CON-BISCOTTI-AI-CEREALI-890x570

I biscotti grancereale morbidi e golosi sono davvero fantastici!

Era tanto tempo che volevo provare a cucinare una versione senza nickel dei buonissimi biscotti ai cereali, ma non sapevo che ingredienti usare.

Finché ho trovato riso e quinoa soffiati al negozio bio e ho deciso di tentare.

I biscotti grancereale morbidi e golosi non contengono nickel e lattosio, sono leggeri e appetitosi. Uno tira l’altro e non saprete più fare a meno di mangiarli.

Sono facilissimi e veloci da preparare e possono essere gustati a colazione o merenda.

A differenza di quelli commerciali sono molto morbidi, grazie all’uso dello yogurt e alle uova, ma il sapore è eccezionale!

Una volta cotti i  biscotti grancereale morbidi e golosi possono essere arricchiti con miele o marmellata.

Vi lascio qui la mia ricetta della marmellata di arance fatta in casa.

I biscotti grancereale morbidi e golosi possono essere conservati in un contenitore di plastica chiuso ermeticamente anche per un paio di settimane.

Scommetto che se li provate, non ve ne pentirete!

Ingredienti:

  • 90/100 gr di riso soffiato;
  • 30 gr di di quinoa soffiata;
  • 4 uova;
  • 2 tuorli;
  • 100 gr di zucchero di canna;
  • 100 gr di farina di riso;
  • 30 gr di fecola di patate;
  • 80/100 gr circa di farina di semola di grano duro Senatore Cappelli;
  • 65 ml di olio di riso;
  • 1 limone scorza grattugiata;
  • 1 mela grande tagliata a pezzetti;
  • 2 cucchiaini di miele;
  • 3 bustine di infuso al caffè verde, zenzero e limone;
  • qualche pezzetto di zenzero candito;
  • 80 ml di succo di mela;
  • 1 cucchiaino abbondante di cremor tartaro;
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato;
  • 1 vasetto di yogurt di riso. qui la ricetta

wp-image--1919965278

Per cucinare i biscotti grancereale morbidi e golosi tostare il riso soffiato e la quinoa soffiata per qualche minuto.

Tritarne la metà in un frullatore, fino ad ottenere una farina grossolana.

In una ciotola molto capiente rompere le uova, aggiungere i rossi e lo zucchero e mescolare con una frusta molto velocemente.

Aggiungere il contenuto delle bustine di infuso, i cereali tostati tenuti da parte interi e gli altri ingredienti.

Mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo. La consistenza non deve essere dura come quella delle frolle tradizionali, ma più morbida.

Potete regolarvi con l’impasto aggiungendo o eliminando la farina di grano duro.

Scaldare il forno a 180 gradi, funzione ventilata.

Ricoprire la leccarda di carta forno e prelevare un cucchiaio alla volta di impasto. Distribuire in mucchietti rotondi ben distanziati e infornare per circa 15/20 minuti o fino a doratura.

Lasciar raffreddare completamente i biscotti grancereale morbidi e golosi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buona colazione!

 

 

Latte di riso fatto in casa

latte-riso-proprieta

Il latte di riso fatto in casa è una preparazione estremamente facile da realizzare.

In moltissimi me ne avete chiesto come si prepara ed eccovi accontentati!

La ricetta che vi propongo è alla portata di tutti e personalmente mi piace molto perché, a differenza delle solite, è arricchita da aromi freschi e delicati, che regalano un sapore particolare.

Personalmente non adoro il latte di riso commerciale, tranne quello della Scotti e della Granarolo, che per adesso sono i soli che ho trovato idonei per noi nickelini.

Sono infatti gli unici ad avere nella composizione olio di riso e non di semi.

Il latte di riso fatto in casa è adatto a chi è allergico o intollerante al lattosio e a chi ha allergie multiple come nickel e lattosio.

Rappresenta una valida e leggera alternativa al latte vaccino, perché è composto da zuccheri semplici e risulta estremamente digeribile. Ha inoltre pochi grassi e non è fonte di colesterolo.

Infine il latte di riso fatto in casa può essere consumato per la colazione o la merenda, ma anche nella preparazione di ricette dolci e salate.

Rimbocchiamoci le maniche quindi e prepariamo il nostro latte di riso fatto in casa!

Ingredienti:

  • 1,2 litri di acqua;
  • 70 gr di riso per risotti;
  • 20 gr di zucchero;
  • 1 bacca di vaniglia o aromi consentiti a piacere;
  • 1 pizzico di sale.

 

come-riutilizzare-riso-avanzato

Riempire una pentola capiente con l’acqua e portare a bollore.

Aggiungere il riso, lo zucchero, il sale e gli aromi scelti e lasciar cuocere per circa 30 minuti, finché il riso non si disferà.

Trascorsi i 30 minuti, basta eliminare la bacca di vaniglia e lasciar raffreddare per almeno 10/15 minuti il latte di riso.

Frullare con un frullatore a immersione il riso nella pentola di cottura.

E’ importante ottenere un composto molto liscio, frullando per qualche minuto.

Preparare una ciotola molto ampia e un colino, ricoperto con un canovaccio pulito di cotone.

Filtrare il latte di riso fatto in casa, eliminando i residui di riso, e strizzare bene il canovaccio per recuperare tutto il liquido.

Se preferite una consistenza più cremosa, basta filtrare il latte con un semplice colino.

Infine è necessario travasare il latte di riso fatto in casa in una bottiglia di vetro, plastica o un contenitore in tetrapack e conservarlo in frigo per 3/4 giorni al massimo.

 

Buona colazione!

 

Spiedini di pollo tritato saporiti

 

cc907d76be599314a3792d58e692085f

Gli spiedini di pollo tritato saporiti sono una ricetta semplicissima e super veloce.

Per chi ama piatti sfiziosi e da fare in pochissimo tempo, questi spiedini sono l’ideale.

A me piacciono moltissimo e ho deciso di proporveli come pietanza estiva da mangiare in qualsiasi occasione.

Potrebbero essere un’idea originale per una cena in compagnia, ottimi perfino come finger food.

Soddisfano il bisogno di un secondo diverso a basso contenuto di nickel, senza lattosio o glutine, come molte delle mie ricette.

Ecco a voi quindi, la mia ricetta degli spiedini di pollo tritato saporiti!

Ingredienti:

  • 200 gr di petto di pollo;
  • 50 gr di prosciutto crudo;
  • 100 gr di zucchine;
  • 1 cucchiaio di parmigiano;
  • pepe nero q.b.;
  • 30 gr circa di olive verdi denocciolate;
  • sale q.b.;
  • scorza di mezzo limone grattugiata a piacere;
  • pangrattato di riso q.b.

wp-image-1348926879

Contorni da abbinare:

 

Attrezzi da cucina:

  • 10 stecchini circa per spiedini;
  • 1 teglia da forno;
  • mixer;
  • cucchiaio di legno;
  • 1 coltello da cucina;
  • carta forno.

 

wp-image--103133433

Ridurre le fettine di pollo in bocconcini, tagliare prosciutto crudo e olive e tenere da parte. Grattugiare la zucchina.

Tritare le fettine di petto di pollo nel mixer con sale, parmigiano, pepe, crudo, zucchine grattugiate, limone e olive.

Se l’impasto dovesse essere troppo asciutto, è possibile aggiungere un uovo per amalgamare il composto.

Una volta ottenuto un impasto grossolano, prendere degli stecchini da spiedini e modellarci intorno gli spiedini con il trito.

Impanarli nel pangrattato di riso.

In alternativa è possibile formare delle polpettine, sempre da impanare con del pangrattato di riso.

Ricoprire la teglia di carta forno e adagiare gli spiedini di pollo tritato saporiti e cuocerli in forno a 200 gradi fino a doratura, circa 10/15 minuti.

Gli spiedini di pollo tritato saporiti possono essere abbinati a diversi contorni, come patate al forno o verdure miste.

Qui le ricette dei contorni.

Buon appetito!

Pancackes senza nickel, lattosio e glutine

 

wp-image-1275465492

I pancakes senza nickel, lattosio e glutine sono una conquista formidabile!

La sensibilità al glutine mi mette di fronte a nuove sfide. E’ davvero dura per tutti quelli che hanno allergie o sensibilità multiple. In molti mi scrivete per chiedermi consigli e ricette.

Purtroppo l’allergia al nickel porta ad altre sensibilità, ma fedele al motto del mio blog, ho deciso che “Il nickel non è un problema per me!”

Quindi vi propongo, grazie ai suggerimenti della mia preziosa nutrizionista, la dottoressa Francesca DiGennaro, questa ricetta.

Ovviamente si tratta di una versione che ho modificato apposta per chi ha i miei stessi problemi.

Il risultato è davvero ottimo! Consiglio i pancakes senza nickel, lattosio e glutine anche a chi non è allergico, perché dolci così buoni sono rari da trovare.

I pancackes senza nickel, lattosio e glutine si sciolgono in bocca ed hanno un sapore delicato.

Possono essere abbinati a varie salse e marmellate e con frutta fresca.

Per la ricetta della marmellata di arancia, cliccate qui.

Queste delizie rappresentano la colazione tipo nei Paesi anglosassoni, soprattutto in nord America. Hanno origini antiche e si distinguono dalle crépès francesi per l’utilizzo di agenti lievitanti.

Ecco a voi quindi la ricetta dei pancakes senza nickel, lattosio e glutine.

Ingredienti:

  • 100 gr di farina di riso;
  • 100 ml di latte di riso;
  • 2 cucchiai di zucchero;
  • 1 uovo;
  • 40 ml di aceto di mele;
  • 6 gr di bicarbonato;
  • 1/2 bacca di vaniglia;
  • 1 pizzico di sale;
  • olio di riso per cuocere i pancakes.

 

coconut-flour-almond-meal-pancakes-fb

Sbattere l’uovo con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

Aggiungere il latte e sbattere per qualche secondo.

Lasciar riposare in frigo almeno 30 minuti.

Questo passaggio è fondamentale, altrimenti il risultato dei pancakes viene del tutto compromesso.

Estrarre il semini dalla mezza bacca di vaniglia.

Per estrarre i semini della bacca di vaniglia è sufficiente tagliare la bacca di vaniglia per tutta la lunghezza e, tenendola ferma, passare la lama di un coltello su tutta la bacca. I semini vanno poi inseriti nell’impasto.

Non usate vanillina o essenza di vaniglia se siete allergici al nickel, perché ne sono pieni.

Trascorsi i 30 minuti, sbattere nuovamente per qualche secondo il composto e aggiungere, continuando a lavorare con le fruste, farina e bicarbonato setacciati.

Unire sale e vaniglia sempre con le fruste in funzione.

Quando il composto sarà ben amalgamato, aggiungere l’aceto.

Mescolare delicatamente dal basso verso l’alto, fino a completo assorbimento.

Ungere con l’olio di riso una padella medio-piccola e asciugare con uno scottex.

Formare i pancakes prelevando un mestolo alla volta di pastella.

Non appena in superficie si formeranno delle bolle, girare il pancake.

Questa operazione può risultare un pò complicata, perchè il pancake senza nickel, lattosio e glutine può rompesrsi. Consiglio quindi di essere molto delicati.

Girare il pancake e cuocere altri 30 secondi.

Procedere fino a completo esaurimento della pastella.

I pancakes possono essere farciti con sciroppo d’acero, miele, marmellata a piacere.

traditional-pancakes-with-maple-syrup-butter-strawberries-28073-1

Buon appetito!

Bucatini allo zafferano saporiti e veloci

19COOKING-ALLAMATRICIANA-articleLarge

I bucatini allo zafferano saporiti e veloci sono un primo semplicissimo da realizzare, ma buonissimo.

Questa è una ricetta di famiglia, che ho rivisitato appositamente per i miei problemi di allergia al nickel.

Mia madre la cucinava spessissimo quando ero piccola, perchè era uno dei miei piatti preferiti. Ogni volta che doveva premiarmi per un buon risultato, questa era una delle mie ricompense ideali.

Il profumo dello zafferano e della pancetta pervadevano la casa, quando tornavo da scuola. Subito era festa per me!

Oggi riservo i bucatini allo zafferano saporiti e veloci a occasioni speciali, ma il ricordo è sempre vivo.

Si tratta di una ricetta davvero semplicissima e appetitosa, economica e a basso contenuto di nickel. Non deluderà nessuno, è assicurato!

I bucatini allo zafferano saporiti e veloci sono adatti ad un pranzo tra amici o come piatto salvatempo, perchè si realizzano in pochi minuti e si gustano in un baleno.

Quindi rimbocchiamoci le maniche, prepariamo gli ingredienti e cominciamo!

Ingredienti    x 1 persona:

  • 80 gr di bucatini;
  • 30 gr di olive nere snocciolate;
  • 30 gr di pancetta fresca a cubetti (presa dal macellaio) oppure prosciutto crudo a cubetti;
  • 1 bustina di zafferano;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco;
  • Parmigiano Reggiano;
  • 1 cucchiaio scarso di olio evo (extravergine di oliva);
  • 1 noce di burro senza lattosio;
  • Pepe nero q.b.

bucatini_2015

Lessare la pasta in abbondante acqua calda.

Nel frattempo scaldare in una padella l’olio e il burro, unire la pancetta o il crudo e rosolare a fiamma dolce.

Tagliare le olive a pezzetti e aggiungerle al condimento.

Scolare la pasta al dente, conservando un mestolo di acqua di cottura.

Sciogliere lo zafferano nell’acqua di cottura.

Unire i bucatini al condimento e proseguire la cottura aggiungere l’acqua con lo zafferano e il parmigiano.

Una volta che l’acqua sarà assorbita, sfumare i bucatini allo zafferano saporiti e veloci con il vino bianco.

Servire con una spolverata di pepe nero.

DSC_0556

Buon appetito!

Polpettone di tonno e patate

Il polpettone di tonno e patate è un’idea veloce e saporita per un secondo estivo tutto da gustare.

Può essere mangiato freddo e conservato in frigo un paio di giorni ed è comodo per gite fuoriporta e picnic.

Ho assaggiato questo piatto per la prima volta quando mi sono trasferita fuori casa per studiare all’università.

Convivevo con tantissime ragazze e la proprietaria di casa, che un giorno decise di offrirci questa sua specialità.

Da allora ho sempre cercato una ricetta simile, ma non riuscivo ad avvicinarmi all’originale. Ovviamente la ricetta della proprietaria di casa era top secret!

Ecco però che dopo vari esperimenti sono riuscita ad avvicinarmi alla sua!

Pratica e veloce è veramente alla portata anche dei più inesperti.

Per chi tollera le patate è un piatto da provare: senza nickel, glutine e lattosio.

Allora allacciamo il grembiule e proviamo a farla!

Ingredienti:

  • 60 gr di tonno al naturale sgocciolato;
  • 1 patata media (150/200 gr circa);
  • 1/2 limone succo;
  • Olive nere oppure olive taggiasche q.b.;
  • parmigiano Reggiano;
  • pangrattato di riso q.b.;
  • 1 uovo;
  • 50 gr zucchine o altra verdura concessa;
  • sale;
  • pepe;
  • zenzero.

Lavare, sbucciare e ridurre a pezzetti regolari la patata.

Lessarla in acqua bollente.

Nel frattempo in una terrina sbattere l’uovo, unire sale, tonno, parmigiano, pangrattato di riso, pepe e olive a pezzetti e amalgamare.

Passare velocemente in padella le zucchine ridotte a pezzetti con un filo d’olio evo e lo zenzero. Una volta cotte, unirle all’impasto.

Non appena le patate saranno cotte, scolarle e schiacciarle molto bene con la forchetta.

Aggiungerle all’impasto e, servendosi di un foglio di cartaforno, formare un cilindro e chiuderlo a caramella.

Lessare il cilindro così formato, insieme alla cartaforno, in una pentola alta e larga con abbondante acqua bollente per circa 30 minuti.

Scolarlo, lasciarlo raffreddare e aprire l’incarto.

E’ possibile porzionarlo subito e servirlo con verdure di stagione o insalata oppure conservarlo qualche ora in frigo e mangiarlo freddo.

In alternativa si può impanarlo nel pangrattato di riso e soffriggerlo in padella in forma cilindrica oppure come polpette.

Buon appetito!

Zucchine tonde ripiene

20170522_155538

Un’idea fresca e sfiziosa per quest’estate caldissima? Le zucchine tonde ripiene.

Ecco una ricetta semplice, che può essere preparata con anticipo e gustata tiepida o fredda.

Le zucchine tonde ripiene sono un secondo sfizioso, che mette subito allegria!

Ottime da preparare per cene con gli amici o da assaporare come piatto unico.

Sono belle da vedere e buonissime da mangiare, praticamente il piatto ideale per tutti.

Sono adatte a chi vuol sperimentare qualcosa di nuovo, ma anche agli allergici al nickel, glutine e lattosio.

Se non si tollerano i delattosati, è possibile, solo per chi non ha allergia al nickel, utilizzare margarina al posto del burro e il gioco è fatto!

 

Ingredienti x 2 persone:

  • 2 zucchine tonde;
  • 200/250 gr circa di patate a pasta bianca;
  • 200 gr di tonno al naturale;
  • 4 cuc. olio evo (extravergine di oliva);
  • parmigiano q.b.;
  • pangrattato di riso q.b.;
  • qualche cappero (in reintroduzione o se li tollerate) oppure olive verdi;
  • 2 spicchi di aglio;
  • 1/3 di bicchiere di latte di riso;
  • 1 noce di burro senza lattosio;
  • paprika dolce;
  • sale;
  • pepe bianco e nero.

Lavare le zucchine, tagliare la parte superiore e svuotarle dalla polpa.

Ridurre la polpa a tocchetti e tenere da parte.

Lessare l’involucro delle zucchine in abbondante acqua bollente e nel frattempo soffriggere in una padella due cucchiai di olio, l’aglio e la polpa delle zucchine, salare e pepare. Cuocere a fiamma dolce, finchè non saranno morbide. Eliminare l’aglio.

In una terza pentola lessare le patate sbucciate e ridotte a cubetti regolari.

Scolare le patate ben cotte e riporle in una terrina ampia. Schiacciarle con la forchetta.

In un pentolino unire le patate schiacciate con sale, pepe bianco, parmigiano, una noce di burro delattosato e il latte di riso e cuocere qualche istante a fiamma dolce.

Se necessario aggiungere altro latte.

Mescolare fino ad amalgamare molto bene gli ingredienti e spegnere il fornello.

Preparare il ripieno delle zucchine: in una terrina capiente unire il purè di patate, la polpa delle zucchine cotta in padella, i capperi o le olive, il tonno sgocciolato. Mescolare molto bene.

Scolare gli involucri di zucchine e posizionarle in una pirofila unta con uno o due cucchiai di olio di oliva.

Riempirle con il ripieno e spolverare con paprika dolce, parmigiano e pangrattato di riso.

Infine passarle in forno per la gratinatura alla funzione grill, massima potenza.

Buon appetito!

 

 

 

Plumcake allo yogurt di riso e arancia

wp-image--828464278

Il plumcake allo yogurt di riso e arancia è una ricetta delicata e buonissima.

Tipico dolce da colazione e merenda, si contraddistingue per la semplicità e la genuinità.

Esso nasce in Inghilterra con il nome di “poundcake”.

Il termine pound (libbra) indica che nella ricetta originaria andavano inserite le stesse quantità per ciascun ingrediente (una libbra di farina, una di uova, una di burro, una di zucchero e una di frutta) per rendere più facile la memorizzazione degli ingredienti.

La parola plumcake letteralmente significa “torta di prugne”, perchè inizialmente il dolce era farcito con prugne secche.

Col passare del tempo però, la ricetta è stata modificata e sono apparse molteplici versioni. Quella classica risultava troppo calorica e pesante da digerire.

Io vi propongo un’alternativa senza nickel, glutine, lattosio e lieviti davvero squisita da gustare e semplice da preparare.

Le dosi indicate si riferiscono ad un plumcake per stampo da 30 cm, quindi un enorme plumcake allo yogurt di riso e arancia.

Proprio per questo la cottura è più lunga.

Per la ricetta dello yogurt di riso, cliccate a questo link.

Ingredienti per uno stampo da 30 cm:

  • 125 gr yogurt di riso;
  • 400 gr farina di riso;
  • 140 gr fecola di patate;
  • 150 gr olio di riso;
  • 250 gr zucchero;
  • 4 uova;
  • 1 cucchiaino di bicarbonato;
  • 1 arancia piccola succo e scorza;
  • 10 gr di cremor tartato;
  • 2 gr ammoniaca per dolci.

wp-image--563220298

Mescolare e setacciare la farina di riso, la fecola, il bicarbonato, il cremor tartaro e l’amminaca per dolci.

Sbattere le uova con lo zucchero e un volta diventate chiare e spumose, incorporare yogurt e olio.

Unire le polveri precedentemente setacciate poco alla volta e la scorza di arancia.

Infine aggiungere il succo dell’arancia e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto.

Cuocere in uno stampo da plumcake a 180 grado forno statico in basso per circa 45/60 minuti.

E’ possibile controllare la cottura del plumcake inserendo nel mezzo del dolce uno stecchino.

Il plumcake allo yogurt di riso e arancia è pronto!

Potete ricoprirlo di glassa o caramello se lo desiderate oppure con semplice zucchero a velo.

Sfiziosa torta di riso – piatto unico

wp-image--1369692158

La sfiziosa torta di riso è un piatto unico sorprendente: coniunga bontà e facilità di preparazione.

Adatta a tutte le stagioni, può dare grandi soddisfazioni in un pranzo tra amici, ma anche come finger food o praticissima da portare in gita per un pic-nic.

Una volta cotta infatti, può essere consumata sia calda che fredda e trasportata intera o già porzionata.

Non servirà altro per farvi contenti!

Può essere conservata un paio di giorni in frigo, quindi è possibile prepararla anche con anticipo e rimane fragrante e gustosa.

E’ un piatto dai mille usi e dai mille adattamenti: le verdure possono essere sostituite a piacere e il risultato resterà comunque superlativo.

Ideale per chi vuole provare piatti nuovi, ma anche per chi ha problemi con nickel, glutine e lattosio.

Ingredienti:      x 1

  • 100 gr di riso basmati;
  • 4/5 foglie di radicchio rotondo;
  • 6/7 fette di melanzane;
  • 1 zucchina grande;
  • 1 uovo intero;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 70 gr circa di Parmigiano Reggiano a lunga stagionatura(dai 24 mesi in sù);
  • 2/3 cucchiai di olio evo (extravergine di oliva);
  • origano (in reintroduzione);
  • pepe;
  • sale.

 

Lavare la zucchina e la melanzana e privarle delle estremità.

Ridurre la zucchina a cubetti e scaldare in una padella 1 cucchiaio di olio.

Far dorare l’aglio nell’olio e aggiungere le zucchine, salare, aggiungere l’origano e cuocere a fiamma bassa, finchè non diventeranno morbide. Circa una decina di minuti.

Se necessario, aggiungere un pò di acqua.

Nel frattempo ricavare le fette di melanzana e cuocerle in una padella a parte con 1 cucchiaio di olio, acqua q.b. e un pizzico di sale.

Mentre le verdure cuociono, è possibile cominciare a lessare il riso e le foglie di radicchio in acqua bollente.

Una volta che le verdure saranno pronte, tenerle da parte separatamente.

Scolare il riso al dente e recuperare le foglie di radicchio.

In una terrina media rompere l’uovo, sbatterlo con una forchetta e unirlo al riso e alle zucchine, condire con circa 50/60 gr di parmigiano e un pizzico di pepe.

E’ possibile adesso comporre la torta di riso: in una piccola pirofila rotonda adagiare le foglie di radicchio, il composto di riso e infine ricoprire con le melanzane.

In alternativa è possibile usare una melanzana intera per foderare uno stampo ed eliminare il radicchio, ma usare sempre lo stesso ripieno.

Condire la superficie con sale, pepe, parmigiano abbondante e un filo di olio.

Infornare a circa 200 gradi per 20 minuti o finchè le melanzane non saranno dorate.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon appetito!