Riequilibrare l’intestino dal nickel

02j67499-e1445352168819-1140x661come-rafforzare-il-sistema-immunitario-721511_w1020h450c1cx511cy246

1. Intestino e sistema immunitario

Riequilibrare l’intestino dal nickel è fondamentale, soprattutto per chi soffre di SNAS.

Continue coliche, stipsi o dissenteria sono frustranti e a volte anche invalidanti.

Nell’intestino risiede il 70% del nostro sistema immunitario e, come si dice, l’intestino è il nostro secondo cervello.

Non tutti sanno però, che questi due organi si somigliano molto nella forma e sono collegati dal nervo vago, che trasporta le informazioni tra i due.

L’intestino è dotato di un sistema nervoso (enterico), costituito da una rete di neuroni, che ricevono e trasmettono segnali e stimoli dall’interno e dall’esterno. Quindi è un sistema autonomo, ma sempre in contatto con quello nervoso centrale. Esso si occupa di regolare le funzioni intestinali: digestione, peristalsi, secrezioni e ph.

Il sistema immunitario presente nella mucosa intestinale è in grado di difenderci dagli agenti esterni dannosi, grazie alla flora batterica (microbiota). Essa è composta da microrganismi di diverse specie in equilibrio tra loro, che garantiscono benessere al nostro corpo. Se qualcosa non funziona nella flora intestinale, batteri e lieviti “cattivi” ci attaccano, causando patologie e disturbi al tratto gastrointestinale e non solo.

Il microbita si occupa perciò, della salute e del sistema immunitario. Se quest’ultimo è compromesso, si manifestano allergie, intolleranze, patologie autoimmuni e infezioni.

2.1 Depurazione e dieta

Innanzitutto per noi allergici è fondamentale iniziare un percorso di depurazione dalle scorie, dagli agenti patogeni, dalle tossine e più di tutto dai metalli pesanti.

Il primo passo consiste nel cominciare una dieta di disintossicazione dal nickel, che elimini dalla vita quotidiana quegli alimenti ricchi di questo metallo.

Una buona dieta di disnintossicazione è fondamentale per iniziare a stare bane, seppur sia molto complesso trovarne una affidabile. Ci sono infatti, pareri discordanti sugli alimenti contenenti nickel e sul loro quantitativo.

La dieta va messa in pratica tutti i giorni per mantenersi in salute.

Un buon modo per ripristinare l’intestino è l’uso del kefir.

dove-comprare-latte-kefir

Il kefir è una bevanda in genere a base di latte fermentato in modo naturale da lieviti e batteri (probiotici), che formano una struttura chiamata kefiran.

Il kefiran è composto prevalentemente da saccaridi (glucosio e galattosio), proteine e amminoacidi e si presenta, come un insieme di granuli bianchi all’interno di un liquido, nella maggior parte dei casi latte.

Come spiega il sito www.benessere360.com:

I benefici del kefir

I probiotici presenti nel kefir sono batteri buoni che arricchiscono la flora intestinale riequilibrandola e apportando numerosi benefici. Questo è possibile perchè essi sono in grado di resistere all’attacco dei succhi gastrici e arrivano illesi all’intestino.

In generale le rinunce sono molte, ma piano piano ci si abitua. Consiglio di farsi seguire da un buon nutrizionista per calibrare in modo ottimale i nutritivi fondamentali.

2.2 Chelazione e sostanze chelanti

banner-terapia-chelante-francesca-zerbapage-mangostano

Il secondo step consiste nell’assumere prodotti chelanti, ovvero quelle sostanze che ci aiutano a catturare ed eliminare metalli pesanti e scorie. Come spiega il sito www.consulentiolistici.it:

La procedura standard per la rimozione dei metalli pesanti del corpo è detta “CHELAZIONE.”

Tutto è compiuto con la somministrazione di un agente chelante – solitamente acido dimercaptosuccinico (DMSA) oppure acido etilendiaminotetraacetico (EDTA) per “chelare”, e cioè “afferrare”, come con le chele di un granchio, i metalli velenosi e poi portarli fuori dall’organismo. – che si lega ai metalli pesanti residenti nello organismo facilitandone la naturale espulsione.

Ci sono diverse sostanze che è possibile assumere, ma bisogna innanzitutto distinguere tra:

  • chelanti naturali;
  • chelanti sintetici.

3.1 I chelanti naturali

disintossicare-il-corpo-dai-metalli-pesanti_241ce5bb3a745c45e7631f9e75b50210

I chelanti naturali sono sostanze presenti in natura, che possiamo tranquillamente assumere grazie alla nostra dieta o sotto forma di semplici integratori.

Tra i chelanti naturali:

  1. ZEOLITE è un minerale di orgine vulcanica, caratterizzato da particelle microporose.  Essa agisce legandosi alle sostanze tossiche nel tratto gastro-intestinale e favorendone l’eliminazione.
  2. BENTONITE è un’argilla dalle proprietà curative: assorbe virus e tossine e i metalli pesanti,attirandole a sè;
  3. CURCUMA è una spezia orientale che purifica l’organismo dalle tossine, dai metalli pesanti e dagli agenti inquinanti. Purifica il sangue, facilita la digestione e la depurazione dell’organismo;
  4. AGLIO purifica il sangue e migliora la circolazione. È in grado di respingere le tossine dal corpo: il selenio che contiene ci protegge dal mercurio, mentre lo zolfo ossida i metalli pesanti, rendendoli solubili in acqua;
  5. OMEGA3 sono il carburante del nostro cervello, perchè mantengono efficienti le sue funzioni principali. Il cervello dipende dall’acido EPA e dall’acido DHA, acidi grassi della famiglia degli Omega-3, che è possibile assumere solo attraverso l’alimentazione.
  6. ALGA CHLORELLA È in grado di ridurre le reazioni allergiche e gli stati infiammatori dovuti all’accumulo di metalli pesanti;
  7. ALGA SPIRULINA antimicrobica ed antibatterica, migliora il rendimento psico-fisico, rafforza il sistema immunitario e ripulisce dai metalli pesanti;
  8. ALOE VERA depura l’organismo dalle tossine, cura le escoriazioni e gli eritemi della pelle, è un potente anti-infiammatorio naturale.

3.2 I chelanti sintetici

8743653533_76491db171_z

Tra i chelanti sintetici:

  1. ENTEROSGEL è un composto a base di silicio, che rimuove le sostanze tossiche dall’organismo;
  2. GANODERMA è un fungo con effetti terapeutici di immuno-modulazione, anti-cancro, anti-radiazioni e disintossicazione per varie malattie;
  3. TAD 600 IN SIRINGHE contiene glutatione, un potente antiossidante capace di ossigenare le cellule, disintossicare dai metalli pesanti combattere le cellule del cancro. Si trova sia negli alimenti che in alcuni medicinali.

Ovvimente voglio sottolineare che qualsiasi farmaco va assunto solo e soltanto sotto prescrizione medica ed è necessario farsi seguire da professionisti qualificati in qualsiasi percorso terapeutico.

11 pensieri su “Riequilibrare l’intestino dal nickel

  1. Sinceramente ho sempre avuto questi problemi e ne ho sofferto moltissimo sin da bambina. Le persone allergiche vorrebbero delle risposte, ma c’è molta ignoranza in giro e non riescono a capire come fare. Se posso riuscire ad aiutare anche solo una persona, ho fatto un buon lavoro. 😊

    "Mi piace"

  2. Pingback: Nickel e farmaci – Vita senza nickel

  3. Pingback: Gli effetti collaterali dell’intossicazione da metalli pesanti -Il nickel – Vita senza nickel

  4. Io non sono una mangiona ma ingrasso senza motivo ho letto che l allergia al nichel fa anche ingrassare , chi può aiutarmi a perdere peso, ho letto che usate dei prodotti x disintossicarsi, gli allergologi ai quali mi sono rivolta mi hanno sempre e soltanto dato una lista ma nulla che poteva aiutarmi a sgonfiarmi e xdere peso.

    "Mi piace"

    • Ciao! Anche io sono allergica ed ero in sovrappeso a causa del nickel. Se pensi alle reazioni cutanee, noti che la pelle si gonfia e si infiamma. Avviene lo stesso e in maniera amplificata a intestino e stomaco,perché sono più fragili e maggiormente intossicati. È necessario seguire la dieta di disintossicazione per circa 6 mesi. Il periodo è assolutamente indicativo. Dipende dal grado di intossicazione e varia a seconda delle persone a discrezione dei medici che ci seguono. Alla dieta si affianca una rerapia chelante, cioè cibi e farmaci che aiutano ad espellere metalli pesanti e tossine dal corpo. Trovi per esempio Enterosgel e alga clorella che sono ottimi. Non tutti li conoscono e c’è moltissima disinformazione sull’allergia al nickel da parte della stessa classe medica, quindi nulla di strano nella tua esperienza! L’importante è non assumere farmaci senza consultare un medico! Nell’articolo sul vaccino Tio ho pubblicato una losta di specialisti accreditati e specializzati in allergia al nickel. Puoi dare un’occhiata se ti va.😉 Personalmente con la detox ho preso 15kg, ma anche in questo caso le cose sono soggettive. 😊

      "Mi piace"

  5. Buongiorno mi chiamo Carla D’Alessandri ovviamente allergica al nichel, dove posso trovare la dieta detox? Vi ringrazio anticipatamente.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...